Sono un Web Developer

FullStack-Image

Quando mi affidano un progetto da freelancer sono abituato ad occuparmene in totale autonomia senza interferenze nè interferenti. Non voglio tralasciare nulla agli altri, ad eccezione di una sperata ispirazione dal creative designer di turno. Spesso è una donna. amazing-beautiful-girl-chic-drawing-Favim.com-2734934E’ un po’ come la storia degli Architetti e degli Ingegneri. Mi piace partire solitamente dai mockup della GUI per avere un quadro quanto più generale possibile in fase di partenza del progetto.

Dopodiché comincio dalle fondamenta: progettazione della base di dati e creazione delle Api. Il passo successivo è interamente incentrato sulla stesura del codice lato client e l’interfacciamento con database attraverso l’invocazione delle Api.

Un linguaggio di programmazione è soltanto un mezzo per un fine; così come la lingua è un mezzo che ha come scopo la comunicazione. Tra i linguaggi che “parlo meglio” c’è sicuramente Javascript e PHP con i relativi framework e librerie più interessanti a corredo.

Ci tengo a precisare che non sono uno schiavo dei framework ma non posso non ammettere che alcuni siano davvero congeniali, per esempio: Angular con il suo “two way data binding” o Codegniter per la sua efficacia senza alcuna invadenza.  Però c’è da dire che esiste anche tanta spazzatura in giro, un po’ come i tanti datori di lavoro o clienti che si spacciano per programmatori. Certo gli algoritmi esistono a prescindere da un linguaggio di programmazione e qualunque essere vivente ne ha scritto uno nella propria esistenza (anche le zanzare) ma scrivere un’applicazione è un tantino diverso, quindi abbiate il buon senso di tacere e soprattutto di pagare bene le persone giuste e non il contrario come spesso accade.

Per concludere: mi ritengo un Web Developer con le conoscenze degli “arroganti” che continuano a fare differenza tra programmazione web e programmazione desktop. Invito costoro a scendere dai propri piedistalli eretti su stupide convinzioni e convenzioni e a lasciarsi inizializzare alle “non regole” del Web.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

web development